Le consulenze dei nostri esperti

Alimentazione sana e movimento quotidiano

Alimentazione sana e movimento quotidiano

Un‘intervista con Tina Wohlwend, terapista complementare con attestato professionale federale a Binningen/Basilea.

Il nostro benessere dipende fortemente dalla nostra mobilità fisica. Se questa diminuisce i terapisti medici, come Tina Wohlwend, possono aiutarci a ripristinarla. Anche in questo caso, comunque, prevenire è meglio che curare.

Signora Wohlwend, qual è il compito principale di un terapista medico?
In termini generali è quello di migliorare la qualità della vita dei nostri pazienti aiutando la mobilizzazione e, perciò, aumentando il loro benessere.

In quali occasioni si presenta un paziente?
Solitamente in caso di disturbi dell’apparato motorio dovuti a malattie o infortuni sportivi o lavorativi. Gli acciacchi della vecchiaia o gli stress fisici sono altre possibili ragioni.

In che cosa consiste la terapia?
Dobbiamo distinguere tra terapie attive e passive. Quelle attive sono, ad esempio, il rafforzamento muscolare, la stabilizzazione delle articolazioni e la terapia motoria. Le terapie passive comprendono, tra l’altro, il massaggio, l’ultrasuonoterapia o i fanghi.

Come possiamo prevenire una terapia?
Escludendo le malattie e gli infortuni, una buona alimentazione e il movimento quotidiano sono un’ottima ricetta. La mobilità fisica tuttavia dipende dalla funzionalità delle articolazioni, così come da legamenti e tendini elastici.

Cosa possiamo fare a tale scopo?
Nuoto, nordic walking, ginnastica e attività simili sono buone misure preventive. Per le persone di età superiore a 40 anni può essere utile ricorrere all’estratto originale di perna, ricavato dalla cozza verde della Nuova Zelanda, assumibile si per via interna sia per via esterna. L’estratto originale di perna contiene preziose sostanze nutritive che, tra l’altro, favoriscono in modo sostanziale la funzione delle articolazioni.

La voce dei professionisti

«Nel mio studio di fisioterapista non può mancare PERNATON® Gel. L’estratto ricavato dalla conchiglia dalle labbra verdi e gli oli essenziali mi aiutano nel mio lavoro. PERNATON® Gel è efficace anche nelle terapie a ultrasuoni. A seconda del bisogno del paziente, lo applico massaggiando la zona del corpo interessata come ginocchia, spalle o schiena. Il gel si assorbe subito e ha un effetto rinfrescante e lenitivo su muscoli, legamenti e articolazioni. Il feedback positivo che ricevo dai miei pazienti è molto importante per me.»

Jens Hentschel, fisioterapista
Medical Health Physiotherapie-Center

Filmato

Trattamenti e terapie di lesioni ossee e articolari (Adrian Kraft, Casa di recupero “DHG-Das Haus der Genesung”)

 

Consigli di stagione

Il movimento inizia in primavera.

La stanchezza primaverile è un fenomeno ben noto. Non si conoscono con esattezza le cause precise. Quel che sappiamo per certo è che per l’organismo è difficile adeguarsi alle giornate più lunghe e alle temperature più elevate. Si tratta di un cambiamento che richiede tempo ed energia a livello ormonale. Le giornate che si allungano e la natura che si risveglia, tuttavia, possono anche avere effetti motivanti e spingerci a fare movimento.

  1. Iniziare con calma.
    Dopo un inverno tutto sommato piacevole, è consigliabile ripartire con determinazione ma, in ogni caso, senza troppa foga. Con un po’ di pazienza, si può tornare presto in forma come alla fine dell’ultima stagione estiva. Dedicate il tempo sufficiente al riposo dopo ogni attività fisica e aumentate l’intensità dello sforzo in modo graduale. Sforzi fisici impropri e sovraccarico possono avere un impatto negativo su legamenti, tendini e articolazioni, pregiudicando in tal modo l’attività fisica per il resto della stagione.
     

  2. Aria fresca e luce.
    L’esercizio fisico all’aria aperta è un toccasana dopo i lunghi mesi invernali trascorsi in ambienti riscaldati. I momenti ideali per passeggiare, fare jogging, andare in bicicletta o fare una lunga passeggiata sono la mattina e il mezzogiorno. Questo perché la luce e il sole favoriscono il benessere generale, migliorano l’umore e regalano nuovo slancio.
     

  3. Fare il pieno di vitamina D.
    La vitamina D è una sostanza vitale importantissima, coinvolta in numerosi processi regolatori nel nostro organismo. A causa della ridotta radiazione UV, nei mesi invernali il corpo umano produce meno vitamina D, il che può portare a delle carenze. Questi cali invernali possono essere compensati in modo rapido ed efficace in primavera con attività all’aria aperta. Il sole su viso, mani e avambracci non solo riscalda, ma favorisce anche la produzione di vitamina D.
     

  4. Il cambio dell’ora.
    Il passaggio dall’ora solare a quella legale non è un grosso problema. Tuttavia, può influire come un «mini jetlag» sull’organismo, causando problemi a prendere sonno, a dormire o sonnolenza durante il giorno. Con un giro in bicicletta, un lungo tragitto con i pattini in linea o una passeggiata tra i ciliegi in fiore è tuttavia possibile far passare rapidamente questo «mini jetlag».

 

DG Academy

DG Academy

DG Academy – sempre all'altezza

Con il nostro concetto di aggiornamento della DG Academy desideriamo venire incontro alle necessità individuali in farmacia e in drogheria. I docenti della nostra DG-Academy svolgono gli aggiornamenti direttamente sul posto, nelle farmacie e nelle drogherie. I farmacisti e i droghieri possono decidere da loro stessi quanto tempo desiderano investire e quale aggiornamento possa essere quello più adeguato per loro e in quale momento.
Gli aggiornamenti di DG-Academy sono controllati e raccomandati dalla Associazione Svizzera Droghieri (ASD).

Frequentando gli aggiornamenti della DG-Academy, i droghieri ricevono i relativi punti
Attualmente possiamo offrire aggiornamenti sui seguenti argomenti:

  • estratto dalla conchiglia dalle labbra verdi neozelandese
  • magnesio
  • raffreddore
  • acidi grassi omega-3
  • emorroidi

 

 

 

 

   Dr. Sedat Sevimli